Civitella Ranieri

A pochi passi da Umbertide, in posizione dominante, si può ammirare il maestoso castello di Civitella Ranieri. È uno dei luoghi più suggestivi e maestosi dell’Umbria, costruito sopra un colle nei pressi della strada Gubbio – Umbertide in posizione strategica per la vicinanza con Perugia, Gubbio e Città di Castello.

Civitella Ranieri è una contea appartenente ai nobili Signori Ranieri, ed è circondata da un bosco secolare che conferisce alla fortezza un fascino magico. È costituito da torri rotonde, a scarpata, con archi aggettanti che si ripetono sulla facciata, tutta percorsa da beccatelli, nel cui interno si trovano le finestre; è tutto recinto da mura che permettono l’accesso interno attraverso due porte una a sud ed una a nord. Questa è la più antica con resti di un ponte levatoio. L’ attuale castello sorge nel luogo di un primitivo insediamento militare, vicino alle abbazie di Camporeggiano e San Salvatore, la cui costruzione venne iniziata nel 1078 ad opera di Raniero, fratello del duca Guglielmo di Monferrato. L’opera venne portata a termine dal figlio Uberto che fece costruire una “cittadella”. Di qui l’origine del nome “Civitella”. Nel 1900 circa, il Castello fu ereditato dal figlio di Emanuele Ranieri di Sorbello, uomo di profonda religiosità e insigne studioso, il quale riordinò la biblioteca e l’archivio di famiglia. Dal matrimonio con Beatrice di Carpegna non ebbe eredi, per cui adottò il nipote Lodovico (1911 – 67). Nell’agosto del 1950 arrivò dagli Stati Uniti una cugina di Lodovica, Ursula Corning, una delle prime sciatrici, la quale, incantata dalla località, cominciò a frequentare regolarmente il castello ospitandovi amici e artisti provenienti da ogni parte del mondo. Nel 1992 nacque il Civitella Ranieri Center, quale punto d’incontro per giovani interessati all’arte, alla musica, alla letteratura e alla poesia, finanziato da una fondazione americana.
Civitella Ranieri

L’angolo del “Buongustaio”

 

Per la pausa pranzo consigliamo la Locanda di Nonna Gelsa che si trova in loc. Niccone, a pochi chilometri di distanza. Si possono degustare ricette tipiche della tradizione umbra con ottimo rapporto qualità/prezzo. Da provare gli strangozzi al tartufo e i ravioli con ripieno di scamorza e melanzana.

Buona giornata e buon appetito!

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

La Torta al Testo

Amiche ed amici… largo al gusto!!!

Torta al Testo

Torta al Testo

Se siete in Umbria non potete non gustare questo prodotto alimentare tipico della nostra gastronomia: la torta al testo.

Conosciuta come crescia nell’eugubino e ciaccia nella Valtiberina è un composto di acqua, farina, lievito e sale, dalle origini antichissime, nato come alternativa non lievitata al pane naturale e preparato in occasione dei grandi lavori nei campi (mietitura, vendemmia, uccisione del maiale), quando necessitava saziare appetiti robusti e risparmiare sulla sussistenza.

Solo alcune nostre care nonne, la arricchivano con il formaggio, grattugiato o a piccoli pezzetti, ed oggi solo pochi lavorano la pasta con questo gustoso particolare, che insaporendo la torta, dà un tocco di delizia alle nostre papille gustative.

Non è difficile trovare chi, servendosi del “testo”, il piano circolare in ghisa dove viene cotta, posta direttamente vicino al fuoco, ci propone la torta al testo. Oltre alle piccole botteghe ancora presenti nel territorio, sagre paesane, soprattutto in estate, propongono la torta al testo nella sua versione più classica: con il prosciutto (rigorosamente nostrano, saporito), con salsicce ed erba cotta, rucola e stracchino. Ma innumerevoli sono le modalità per mangiarla! Accompagna benissimo uno spezzatino di carne ad esempio; farci la “scarpetta” è una prelibatezza che non possiamo certo permetterci tutti i giorni ma… una volta ogni tanto!

Si accompagna inoltre con dell’ottimo vino rosso e dunque… largo alla tradizione e… Salute!!!

 

Posted in Curiosità, Enogastronomia | Tagged | Leave a comment

La Sagra del Crostone e del Gallo

La sagra del Crostone è una delle sagre più conosciute in Umbria.

Si svolge a cavallo tra l’ultima settimana di Luglio e la prima settimana di Agosto nella piccola frazione di  Strozzacapponi, a pochi chilometri dal centro della città.

Il CROSTONE, protagonista della sagra, è un piatto tipico della zona, preparato con una ricetta  tutt’ora segreta; solo due o tre persone la conoscono e , anche se molti dei circa 25 ingredienti sono intuibili mangiandolo,  è la preparazione a fare la differenza.

Ogni sera ci sono serate danzanti, con musica popolare, ma anche spettacoli di pattinaggio, ginnastica artistica, spettacoli di cabaret e di magia e concerti per i ragazzi; gli scorsi anni sono stati ospiti della sagra artisti come J-Ax e Fedez.

La corsa del Gallo, a chiusura  della sagra, è l’evento folkloristico e agonistico che coinvolge i tre rioni di Strozzacapponi: Fosso, dai colori bianco-rossi, Belvedere, giallo-blu e Torre, verde-rosso.

Inizialmente i tre rioni si presentano al pubblico sfilando in piattaforma e cercando di intrattenere il pubblico con simpatici sketch. Poi avviene la scelta del gallo, scelta che può rilevarsi decisiva nel prosieguo della gara, e si sceglie la posizione di partenza. Sarà la sorte a decidere chi per primo sceglie gallo e posizione.

Le tre fazioni compiono quindi tre giri di un percorso di poco meno di quattrocento metri che si snoda nel cuore della sagra, portando il gallo sulle spalle con una sorta di “trasportino” .

Chi vince  si aggiudica il prestigioso gallo d’oro.

E per il gran finale, FUOCHI D’ARTIFICIO!!

 

Quindi, se vi doveste trovare a Perugia in questo periodo, vi consigliamo di passare almeno una serata in  questa particolare sagra paesana!

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Castiglione del Lago

 

Castiglione del Lago

Castiglione del Lago

 

Castiglione del Lago è uno de “I Borghi più Belli d’Italia”.

Il centro storico di Castiglione del Lago è tutto compreso dentro le mura medievali. Tre sono le porte di accesso al paese, tre le strade principali e tre le piazze. Il percorso Monumentale quindi si snoda tra il Palazzo della Corgna e Fortezza.

All’interno del paese si trova la seicentesca Chiesa di San Domenico, mentre la parrocchiale dedicata a Santa Maria Maddalena è del tardo 800, e conserva pregevoli tavole della precedente chiesa romanica. Nella piazza principale invece si affaccia l’antico Palazzo del Popolo con la torretta e la campana di avvistamento. Da non perdere, lungo il Poggio olivato sotto delle mura esterne, il piacevole percorso panoramico.

 Per i più sportivi, Castiglione del Lago inoltre offre la possibilità di praticare tutti gli sport acquatici, come vela ,windsurf, sci d’acqua, canottaggio, nuoto e balneazione oltre al trekking  e la mountan-bike lungo la pista ciclabile che costeggia il lago, lontano dai rumori e dall’asfalto.

La cucina è quella tipica del Lago, arricchita dai piatti della vicina Toscana ma il vero prodotto tipico che trova intorno al Trasimeno il suo terreno ideale è La Fagiolina del lago: un fagiolo di piccole dimensioni con una buccia così sottile che quasi non si vede, di sapore delicato e facilmente digeribile. La coltivazione della fagiolina è stata recuperata grazie a un gruppo di agricoltori riuniti in un consorzio e oggi  è presidio Slow Food.

Anche il pesce d’acqua dolce è padrone nella cucina locale, in particolare la “regina in porchetta”, cioè una carpa di grandi dimensioni cotta al forno, insaporita con finocchio, aglio, pepe e sale e servita con l’ottimo vino rosso dei Colli del Trasimeno.Tra i primi, i “pici co’ la nana”, una pasta fatta in casa con acqua e farina e condita con sugo di anatra e parmigiano.

 

 

 

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Castello di Giomici

Il Castello di Giomici si trova sopra un colle a dominio della vallata.
Secondo la leggenda il castello avrebbe preso nome da tale Glomisso, nobile tedesco sceso in Italia al seguito di Ottone III di Sassonia (980-1002) che ne fu il primo signore.
E’ interessante notare che in oltre 1.000 anni di storia il castello ha cambiato più di venti volte la propria denominazione: da Glomiscio, Glomisco, Glomischi fino ad arrivare a Giomici.

Tutto il complesso composto dal castello, dal borgo fortificato e dalle antiche abitazioni circostanti è diventato con il passare del tempo un importante centro agricolo dove risiedono stabilmente circa 30 persone dedite all’agricoltura ed agli allevamenti zootecnici. Nello spaccio del borgo è possibile acquistare prelibatezze del posto come olio, vino e miele. Il contesto storico naturale è veramente affascinante. Tra i grandi filari delle vigne o nella vastità dei prati dove liberi pascolano i cavalli e le mandrie bovine, il tempo assume dimensioni del tutto inusuali. Potremmo percorrere innumerevoli sentieri per fresche vallate e riposare all’ombra di una quercia secolare.

Castello di Giomici

 

 

Posted in Enogastronomia, Escursioni nella Natura, Luoghi da Visitare | Tagged | Leave a comment

La Festa dei Barbari

La Festa dei Barbari compie XXX anni!!

Dalle premesse storiche sulla fondazione da parte del barbaro Arrigo o Rigone (luogotenente di Totila detto \”l’immortale\”) nel 1984 un gruppo di Castelrigonesi è partito per organizzare la prima rievocazione storica delle origini del paese: “La Festa dei Barbari”, al tempo l’unica manifestazione in Italia in costume gotico. L’intero paese si mobilitò per predisporre quanto era necessario alla rievocazione che tutti gli anni si ripete sempre il primo fine settimana di agosto (giovedì-venerdì-sabato-domenica).

Grandissima attenzione viene posta sui piccoli particolari, dalla ricostruzione dei mestieri dell’epoca alla proposta di un menù “barbaro”.

2009Barbari251_w

Nel 1999, dopo diverse vicissitudini, inizia il nuovo corso della festa che abbandona lo stile da “sagra” per vestire completamente gli abiti di rievocazione storica “pura”.

Dal 2004 inizia la collaborazione con i vari gruppi storici che, via via, stanno animando il mondo delle rievocazioni. La festa ha il suo primo sito web e, fra i vicoli del paese, iniziano a vedersi i primi guerrieri barbari con tanto di asce e spade.

Anche il menù, “barbaro”, propone la tipica torta al testo umbra con prosciutto crudo oppure con erba e salsiccia oppure cinghiale, quadrucci e ceci o stinco di maiale… insomma, una cena tipica… da mangiare con le mani!!

Il vino viene servito gratuitamente nel bicchiere da un barbaro, attraverso uno strumento a pompa (solitamente usato per dare il verderame alle piante) e… ogni volta un brindisi!!!!!

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Il Palio delle Barche

Palio delle Barche   dal 19 al 27 luglio 2014
GetAttachment (1)

 E’ storico, avvincente e coinvolgente ma soprattutto è una vera e propria competizione!

Questo è il Palio delle Barche a Passignano.

Una rievocazione storica della sanguinosa battaglia avvenuta nel 1495 tra le famiglie Baglioni e Oddi, i nobili perugini più in vista del periodo.

L’inseguimento con le barche avvenuto in occasione della battaglia viene celebrato ogni anno ed è diventato ormai una tradizione che vede il paese diviso in quattro Rioni in competizione fra di loro.

Tutto ha inizio un mese prima dalla vera e propria gara con lo Sposalizio delle Acque, la cerimonia di apertura a cui partecipano il Gran Cerimoniere e gli equipaggi dei Rioni San Donato,Oliveto,Centro Due “La Rondolina”,Centro Storico “La Regina” che s’impegneranno ad una gara onesta quanto appassionante ed il Rione che detiene la vittoria lancia la sfida agli altri.

Da non perdere la piacevole passeggiata al tramonto lungo il percorso che passa attraverso i Rioni.

Il mese seguente, dopo il Corteo Storico finalmente la battaglia ha inizio!

Nella prima fase del palio, la sfida avviene nelle acque del Lago Trasimeno; ogni barca gareggia per arrivare al molo prima delle altre. Una volta toccata terra i partecipanti trasportano in spalla le pesanti imbarcazioni e corrono attraverso il centro storico di Passignano passando lungo un percorso impervio e difficoltoso che riporta al molo da dove dovranno rientrare in acqua per terminare il Palio fino al traguardo prefissato.

La rievocazione è resa ancora più coinvolgente grazie agli eventi che si susseguono durante la settimana che precede la grande prova.

Il ricco programma propone spettacoli di ogni genere da bambini a teatro a sbandieratori da mostre a dimostrazioni medievali.
GetAttachment (1)

Inoltre per tutto il periodo ci saranno mercatini, mostre, giocoleria, animazione e le Taverne dei quattro Rioni resteranno aperte per offrire piatti tipici e serate interessanti.

Insomma, uno spettacolo avvincente e particolare che appassiona tutti!

Vi aspettiamo per questa grande festa e per il Palio il 27 luglio!

 

 

Posted in Curiosità, Eventi in Umbria, Luoghi da Visitare | Tagged | Leave a comment

Sagra dello Spaghetto del Carbonaio con Corsa del Mulo a Fratticiola Selvatica

Questa sagra si svolge ogni anno dagli anni ’70 a Fratticiola Selvatica, un paesino di poco più di 500 abitanti situato su di un colle ad est di Perugia con vista su Assisi, poiché in passato l’attività principale degli abitanti del paese era quella del Carbonaio.

Per l’organizzazione di questa festa, che quest’anno si svolge dal 18 al 27 luglio, è necessaria la partecipazione di tutti gli abitanti, a partire dai più piccoli che servono ai tavoli per arrivare alle signore che sono in cucina. Di solito tutti quelli che sono andati a questa festa, noi compresi, ci sono sempre tornati perché il loro piatto forte, gli spaghetti alla carbonara ovviamente, sono squisiti e cucinati secondo la tradizione utilizzando il “Barbozzo” che altro non sarebbe che il guanciale umbro. Oltre a questo piatto si degustano anche altre delizie come: spaghetti all’amatriciana, coratina di agnello, fagioli con le cotiche, torta al testo, panzanella.  Oltre ad invogliare la gente a partecipare alla sagra per la gustosa cucina, i fratticiolesi si divertono e divertono il pubblico con la “CORSA DEI SOMARI” che consiste in una vera e propria gara cronometrata, con  tanto di regolamento ferreo tra i Rioni del paese durante l’ultima sera della festa. Infatti, Fracciciola ha ben 7 Rioni che ogni hanno si sfidano in questa singolare corsa sui somari, ognuno con il suo fantino, per le vie del paese con cadute brusche, frenate e scene veramente esilaranti! I Rioni, oltre a gareggiare in questa folle corsa, preparano con gran segretezza un carro allegorico ciascuno, che poi sfilerà durante la festa ed il più bello viene ovviamente premiato. Vi consigliamo di andarci perché troverete buon cibo, cortesia, ilarità e divertimento tutto in un unico evento.

 

Posted in Enogastronomia, Eventi in Umbria, Luoghi da Visitare | Leave a comment

Una passeggiata nel centro storico di Perugia

È finito Umbria Jazz …
Ora la città è diversa e per le strade del centro si respira un’aria mento festosa ma più tranquilla.
Noi approfittiamo per goderci tutta la tranquillità e lo splendore della nostra Perugia.
Amiamo, infatti, in questo periodo, fare una lunga passeggiata partendo dall’interno della Rocca Paolina che ci regala un po’ di fresco in queste giornate estive e afose.
Arriviamo in Piazza Italia e ammiriamo il bellissimo Corso Vannucci con i suoi antichi e imponenti palazzi.
Ci concediamo una rinfrescante aperitivo seduti all’esterno di uno dei tanti localini del centro e godiamo del relax.
Decidiamo di ammirare il tramonto da via Cesare Battisti.
Decisamente uno spettacolo meraviglioso.

download

 

Posted in Curiosità, Luoghi da Visitare | Tagged , | Leave a comment

Chiesa di San Bevignate a Perugia

In questi ultimi anni, non senza la complicità del “Codice Da Vinci” e degli altri romanzi dello scrittore Dan Brown, abbiamo assistito ad un aumento esponenziale dell’interesse intorno alla figura dei Cavalieri Templari.

Sull’argomento, si è verificato un fiorire di pubblicazioni per tutti i gusti: dalle opere di ricerca storica e documentale improntate al massimo rigore filologico a quelle dove la fantasia galoppa a briglia sciolta.

A Perugia, i “Milites Templi” erano di stanza fin dal 1237 e la prova tangibile della loro presenza è costituita dalla Chiesa di San Bevignate.

Restituita al suo antico splendore nell’aprile del 2009, è possibile ammirarne lo stile architettonico essenziale ed il ciclo pittorico di estremo interesse.

 

Chiesa di San Bevignate - Perugia

Chiesa di San Bevignate – Perugia

Posted in Curiosità, Luoghi da Visitare | Tagged , , | Leave a comment